lunedì 4 maggio 2009

Esperienza: New moon


VOLTERRA

Alla fine e' successo; dopo aver letto il libro New moon, io e Nina abbiamo iniziato a plasmare la ciurma per fare una capatina verso Volterra. Sapevamo che il film non sarebbe stato girato la' per motivi che non comprendiamo benissimo, ma il libro e' stato proprio ambientato in questa spledida cittadina della provincia di Pisa, e una visita nei luoghi immortalati in un libro famoso in tutto il mondo era di assoluta necessita'!

Stephenie Meyer non avrebbe potuto fare una scelta piu' azzeccata di questa. Volterra sorge tra le colline toscane immersa nel verde mare dei prati, osservata a vista da un cielo che spesso cambia colore. Ha le mura che la proteggono e i palazzi che la rendo unica e ricca di emozioni contrastanti.

Conoscevamo Volterra, io la adoro. Ho anche seguito dei corsi di aggiornamento per la mia specializzazione nel passato, e mi sono presentata tardi agli esami proprio perche' mi ero volutamente persa dentro un negozio di alabastri unico nel suo genere. Contemplavo dei cavalli abbracciati come onde del mare; gli artigiani dell' alabastro sono dei maghi. E questa pietra illuminata regala dei bagliori unici.....

Infine siamo arivati... E questa e' la storia:


Tratto da New moon:

"...Dovrai correre. Continua a chiedere la direzione per Palazzo dei Priori e corri verso il punto che ti indicano. Non perderti".

"Palazzo dei Priori, Palazzo dei Priori..", mi ripetei per fissarmelo nella mente.
" O chiedi della torre campanaria. Io faro' il giro attorno alla citta', in cerca di un posto non troppo in vista per scavalcare le mura"
Annuii. " Palazzo dei Priori..."

" Troverai Edward ai piedi della torre, sul lato settentrionale della piazza. Si e' nascosto nell' ombra di un vicoletto, all' angolo destro. Cerca di attirare la sua attenzione prima che si esponga alla luce".


Noi eravamo proprio li':















In mano ai Volturi

C'erano poltroncine di pelle chiara disposte a piccoli gruppi, e sui tavoli laccati spiccavano vasi pieni di fiori dai colori accesi. Il profumo che irradiavano mi fecero pensare a un' impresa di pompe funebri.

Restai sorpresa quando vidi una donna dietro un' alta scrivania di mogano lucido al centro della stanza...









... la seguimmo mentre puntava verso una porta di legno a doppia anta in fondo al locale.


Passando davanti alla scrivania...


...L' anticamera non era ampia. si apri' quasi subito in una stanza cavernosa, illuminata pefettamente circolare come la stanza di un castello... L' unico arredo erano tante enormi sedie di legno...








...Una comitiva numerosa sbuco' dalla porticina ed entro' nella stanza di pietra. Demetri ci fece segno di lasciarli passare. Ci tocco' stringerci contro le pareti fredde.



" Benvenuti ospiti! benvenuti a Volterra!" Era la voce melodiosa di Aro che proveniva dallo stanzone della torretta.......

Beh, la storia la conoscono tutti, quei poveri turisti finiti nel luogo in cui noi eravamo non hanno fatto quella che si definisce una bella fine... diciamo pure che non si sono sentiti piu' in vena per continuare la gita....

Fortunatamente noi siamo stati accolti molto meglio dalla graziosissima Padrona dei locali dove e' stato allestito questo piccolo scenario New Moon, devo dire molto suggestivo. La Ragazza e' stata davvero molto cortese, ci ha spiegato molti aneddoti sulle stanze che si leggono sul libro, lei stessa e' rimasta molto colpita dal fatto che la scrittrice non ha mai visitato quel luogo prima della pubblicazione del libro, la descrizione del luogo in effetti non lascia dubbio che l' incontro dei volturi non sarebbe potuto avvenire in un luogo diverso dal Palazzo di Via dei Sarti. Questo e' il sito ve lo linkiamo...se siete curiosi.


E' stata un' esperienza divertente, abbiamo conosciuto persone molto cortesi, a partire dalla ragazza del centro informazioni turistiche in Piazza dei Priori che si e' divertita quando Jack e Chris sono andati a prendere la cartina New Moon per visitare i luoghi del libro... noi donne eravamo rimaste timidamente nascoste da un armadietto appena sull' entrata del locale. Una volta uscite fuori ci siamo goduti lo spettacolo fatto da quattro ragazzine che entusiaste stringevano urlanti la loro cartina piena zeppa di aspettative!

L' importante nella vita e' rimanere sempre un po' bambino per gustarsi con occhi curiosi il mondo che ci circonda godendo di tutto quello che ci offre....




Postato da Ary

2 commenti:

piuma ha detto...

Volterra e' unica!
Una citta' magica a prescindere dal libro...
New moon comunque e' il libro che ho preferito degli scritti della Meyer...

azzurra ha detto...

Volterra è in una posizione che la rende una città unica...la città del vento!

Buongiorno!!!

azzurra

Posta un commento